• Collaborazione e tradizione,
    la forza della comunità.
    Sviluppo di legami sociali per la creazione di un possibile futuro per il territorio
  • Terra di Laghi e Peonie tra i «Sentieri del Grano» Un nuovo patto tra produzione e lavoro per il rilancio dell’economia
  • Cultura e tradizione Gente faghet cosa,
    cosa non faghet gente.

    Le persone producono ricchezza,
    la ricchezza senza le persone non può produrre niente
  • Sviluppo di una visione comune Maggiore conoscenza del territorio e del partenariato locale.
  • Un patrimonio antico e ben radicato La valorizzazione di una cultura tradizionale come base per attività artigianali e industriali di alto livello
  • Produzioni agricole,
    l'eccellenza è di casa
    Ottimizzazione e razionalizzazione di una filiera produttiva capace di completare un paniere agro-alimentare dalla singolare unicità
  • Nuovi orizzonti per il territorio Attrattività turistica sostenibile: risorsa unica per i giovani imprenditori nel rispetto di una comune coscienza ambientale
Progetto ABBAS, sport fishing tourism
Scritto da Administrator
Sabato 21 Novembre 2015 18:34
PDF Stampa E-mail

Misura
 4.2.1.
 Cooperazione
 Transnazionale

PROGETTO
 ABBAS ­SPORT
 FISHING
 TOURISM


Il progetto ABBAS (sport fishing tourism) coinvolge 72 Comuni sardi e intende raggiungere gli obiettivi specifici di sviluppo e promozione di un turismo legato alla pesca sportiva, alla creazione di sinergie tra operatori pubblici e privati, allo sviluppo di una nuova imprenditorialità, allo scambio di buone prassi, idee ed esperienze in materia di strategie di valorizzazione e promozione delle acque interne ed all’internazionalizzazione delle imprese e del territorio. L’iniziativa nasce dalla consapevolezza della mancata valorizzazione delle acque interne della Sardegna e il conseguente bisogno di valorizzare le aree lacuali, per incrementare un turismo naturalistico attivo e di qualità. Il partenariato con i tre GAL svedesi e finlandesi è fondato su problemi e bisogni comuni, primi fra tutti il problema inerente la fragilità del sistema turistico territoriale e il bisogno di creare una piattaforma mirata alla valorizzazione e alla promozione delle acque interne tramite la pesca sportiva e altre attività. Tutti i GAL coinvolti sono collocati in Paesi e regioni di grande pregio, ma risentono della concentrazione dei flussi turistici in aree specifiche diverse da quelle lacuali; infatti, in Sardegna i flussi turistici sono concentrati lungo le coste, in Finlandia nella capitale Helsinki e nella Regione dei Laghi, in Svezia nella capitale Stoccolma e nella regione della Lapponia. Tra le attività previste dal presente progetto rientrano la mappatura delle aree di pesca, una ricerca sulla fauna ittica dei laghi e fiumi dei tre GAL, uno studio sulle buone prassi svedesi e finlandesi, la creazione di cartellonistica sulla pesca, la realizzazione di siti web collegati tra loro, di opuscoli e materiale audio­visivo in lingua italiana, inglese, finlandese e svedese, la partecipazione a fiere turistiche internazionali e l’organizzazione di tre educational tour (in Finlandia, Svezia e Sardegna).

L'identità del territorio

L’elemento determinante che contribuisce a strutturare, in maniera unica e irripetibile, l’identità del territorio del Sarcidano Barbagia di Seulo, è senza dubbio il carattere preminente che assume la dimensione naturale.
L’incredibile diversità litologica e le complesse vicende tettoniche che hanno caratterizzato questi luoghi, hanno innescato un’evoluzione del territorio, nel quale, tutte le componenti naturali – abiotiche (rocce, clima, acqua), biotiche (flora e fauna) e antropiche ‐ si influenzano reciprocamente in un complesso processo evolutivo che ha consentito la creazione di un paesaggio suggestivo e la riproducibilità di una straordinaria biodiversità. I crinali e i versanti delle montagne della Barbagia, monte Perdedu e monte Santa Vittoria, riferibili al complesso montano del Gennargentu, i tacchi calcarei, le profonde incisioni dei fiumi (Flumendosa, Nuluttu, Narbonnioniga, S’Ilixedda), gli altopiani basaltici e le colline argillose del Sarcidano, rappresentano gli elementi dominanti di questo territorio. La struttura immanente con la quale l’uomo ha sempre dovuto fare i conti per costruire, nel tempo, la propria struttura insediativa. L’ambiente naturale, seppur abbia condizionato pesantemente tutte le manifestazioni di vita, non è mai stato esclusivamente subito, ma ha fornito stimoli e sollecitazioni a cui le popolazioni hanno saputo rispondere elaborando risposte e soluzioni creative; in una storia di compartecipazione quasi totale, le comunità hanno intessuto con questa natura un rapporto viscerale di coesione indissolubile. È quindi necessario conoscere questo fondamentale rapporto per poter cogliere i sottili significati del sistema di relazioni tra popolazione, attività e luoghi; ovvero riconoscere il valore ambientale del territorio, quale custode delle risorse necessarie per conseguire uno sviluppo ecologicamente coerente e sostenibile. Dalla diversità geomorfologica e dalla lettura della struttura insediativa del Sarcidano e della Barbagia di Seulo emergono, in quanto immediatamente riconoscibili, alcuni grandi segni della natura, contenitori di un sistema di valori (appartenenza, identità, solidarietà, riconoscenza, superstizione ecc.) con i quali le comunità si rapportano con il proprio territorio nella ricerca della qualità dell’abitare. Sono quindi identificabili quelle forme del rilievo dominanti che si elevano al rango di dominanti ambientali:

  • la 
grande
 mole
 del 
Gennargentu
 e 
le 
sue 
propaggini 
meridionali 
dei 
monti
 di 
Perdedu 
(Seulo)
 e
 Santa Vittoria 
(
Esterzili);
  • il
 sistema
 dei
 tacchi,
 tipiche
 morfologie
 tabulari
 appartenenti
 alla
 più
 estesa
 direttrice
 carbonatica
 del
 mesozoico
 (il
 grande
 tacco
 del
 Sarcidano,
 il
 tacco
 di
 Sadali,
 i
 tacchi
 di
 Seulo,
 Esterzili, 
Nurri e 
Villanova
 Tulo);
  • le 
valli
 incassate
 del 
Flumendosa,
 del 
Flumineddu
 e 
i
 loro 
rispettivi 
affluenti;
  • i
 paesaggi
 antropici
 dei
 laghi
 (lago
 del 
Flumendosa,
 lago
 Mulargia e 
lago 
San 
Sebastiano) 
oggi
 acquisiti 
a
 patrimonio
 della
 comunità;
  • la
 singolarità
 del
 Monte
 Trempu
 e 
i 
calcari
 di 
Isili;
  • il 
sistema
 delle 
colline 
marnose
 di 
Escolca, 
Mandas,
 Gergei e 
Nuragus;
  • i
 paesaggi
 delle 
rocce 
vulcaniche 
di 
Nurri 
e 
degli 
alto piani
 basaltici 
di 
Orroli e Serri;
  • La
 struttura
 insediativa,
 storicamente
 stratificata
 e
 diffusa
 su
 tutto
 il
 territorio,
 i
 paesaggi
 archeologici,
 i
 centri
 storici
 dei
 paesi,
 la
 rete
 della
 viabilità
 rurale,
 i
 paesaggi
 contadini
 e
 pastorali

Il
 territorio
 è
 pertanto
 inquadrabile
 all’interno
 di
 queste
 unità
 paesaggistico
 ambientali,
 dai
 confini
 incerti
 e
 sovrapponibili,
 un’immagine
 che
 associa
 al
 Flumendosa,
 un
 senso
 di
 appartenenza
 e
 solidarietà
 trasversale
 tra
 le
 diverse
 regioni
 attraversate,
 valorizzabile
 come
 luogo
 di
 incontro
 tra
 le
 due
 comunità,
 quella 
del 
Sarcidano 
e 
quella
 della 
Barbagia 
di 
Seulo.
 L’uomo
 con 
le 
sue 
attività 
storicizzate 
nel 
territorio, 
purché
 ecologicamente 
e 
legalmente
 compatibili (la caccia e 
la 
pesca ad
 esempio)
 deve
 essere
 posto
 al
 centro
 di
 qualunque
 progetto 
di 
sviluppo,
 con
 la
 consapevolezza 
che
 l’apertura 
del
 territorio 
a 
più
 attività 
economiche,
 anche
 complementari 
tra 
loro,
 innesca
 processi
 di 
sviluppo
 sociale ed 
economico 
di
 notevole 
interesse, 
la 
pesca e
 il turismo insieme
 ad
 esempio.

 
Ultimo aggiornamento Domenica 29 Novembre 2015 10:46
 

L'agricoltura Sociale

Sportello informatico della rete delle Fattorie Sociali www.fattoriesociali.com È una rete di agricoltori, operatori sociali e culturali, ricercatori, dirigenti di cooperative e di associazioni, animatori di sviluppo locale. L'obiettivo è ... leggi tutto

Le Energie Rinnovabili

LE FONTI RINNOVABILI Riportiamo qui di seguito alcuni approfondimenti curati dal Dott. Ing. Pierluigi Pireddu. Nei file pdf allegati vengono trattati i seguenti temi: Le politiche energetiche Aspetti generali Il ... leggi tutto

Linee guida per la tutela della Biodiversità

Sono state pubblicate le "Linee guida per la conservazione e la caratterizzazione della biodiversità vegetale, animale e microbica di interesse per l'agricoltura". Il lavoro, realizzato con ... leggi tutto

Riforma PAC 2014 - 2020

RIFORMA PAC 2014 - 2020 Più ricca la dote finanziaria per i nuovi Psr Accordo sulla ripartizione regionale dei fondi: 20,85 miliardi, di cui la metà arriva da Bruxelles - Debuttano anche ... leggi tutto

Panificazione Rurale

Amate il pane Amate il panecuore della casaprofumo della mensagioia dei focolari. Rispettate il panesudore della fronteorgoglio del lavoropoema del sacrificio. Onorate il panegloria dei campifragranza della terrafesta della vita. Non sciupate il panericchezza ... leggi tutto

Parte il tour informativo Terre d'acqua e di pietra

Al via gli eventi itineranti di Terre d’acqua e pietra, il progetto di informazione e animazione territoriale ideato per diffondere le iniziative del GAL Sarcidano Barbagia di Seulo e per ... leggi tutto

http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/253824fattorie_sociali_piccolo.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/870953fonti_rinnovabili.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/677570TestataRrnNew.png http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/943961riformaPAC.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/374863AMATE_IL_PANE.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/559829terre_dacqua_pietra_small.png