• Collaborazione e tradizione,
    la forza della comunità.
    Sviluppo di legami sociali per la creazione di un possibile futuro per il territorio
  • Terra di Laghi e Peonie tra i «Sentieri del Grano» Un nuovo patto tra produzione e lavoro per il rilancio dell’economia
  • Cultura e tradizione Gente faghet cosa,
    cosa non faghet gente.

    Le persone producono ricchezza,
    la ricchezza senza le persone non può produrre niente
  • Sviluppo di una visione comune Maggiore conoscenza del territorio e del partenariato locale.
  • Un patrimonio antico e ben radicato La valorizzazione di una cultura tradizionale come base per attività artigianali e industriali di alto livello
  • Produzioni agricole,
    l'eccellenza è di casa
    Ottimizzazione e razionalizzazione di una filiera produttiva capace di completare un paniere agro-alimentare dalla singolare unicità
  • Nuovi orizzonti per il territorio Attrattività turistica sostenibile: risorsa unica per i giovani imprenditori nel rispetto di una comune coscienza ambientale
comune di Esterzili

Sindaco: Giovanna Melis (lista civica: Impari pro Sterzili) dal 16/05/2011

Posizione: 9°46′49″N 9°17′8″E
Altitudine: 731 m s.l.m.
Superficie: 100,78 km²
Abitanti: 743 (censimento 30.11.2010)
Pref. telefonico: 0782
Codice ISTAT: 092112
Codice catasto: D443

sito web istituzionale: www.comune.esterzili.ca.it

Esterzili (Istersìli in sardo) è un comune di 748 abitanti della provincia di Cagliari, nella regione storica della Barbagia di Seulo.
L'abitato sorge ai piedi del Monte Santa Vittoria (1212 m s.l.m.), che si erge al termine del crinale montuoso che lo collega alla zona di Arcuerì, nel territorio di Seui. Proprio per questa conformazione geografica, dalla sommità di questo rilievo è possibile ammirare uno dei più suggestivi panorami del territorio che domina l’intero Campidano, il Sarrabus-Gerrei, il Sarcidano, l’Oristanese, fino alle creste del Gennargentu e ai mari dell’Ogliastra: un autentico belvedere sulla parte centro meridionale dell’isola. Già nella preistoria venne riconosciuta l’importanza di questa posizione geografica, sono infatti numerosi e di grande rilevanza i ritrovamenti archeologici intorno a quest’area: ben settantasette siti sono stati censiti nel suo territorio: templi, tombe dei giganti, domus de Janas, nuraghi, bronzetti sardi. La maggior parte di essi allo stato attuale risulta fortemente danneggiata, ma altri si presentano ancora perfettamente integri e di ottima fattura. La struttura più importante, in questo senso, è l'edificio megalitico detto Domu 'e Urxia. È situato nella parte centro-orientale della Sardegna ed appartiene alla Barbagia meridionale o di Seulo, sull'orlo di un'area montuosa compresa tra il Gerrei, il Sarcidano e l'Ogliastra, delimitata dal corso del Rio Flumineddu a Nord Est, dall'altopiano del taccu di Orboredu a Sud, dalla sponda sinistra del lago artificiale del Flumendosa ad Ovest e dal corso d'acqua che prende diverse denominaziooni a seconda dei terreni attraversati, Bau de Sàdali, Bau de Nuluttu e Bau de Bittili, a Nord Ovest. La sua circoscrizione territoriale comprende circa 11.000 ettari di superficie, in gran parte costituita da magri pascoli naturali, da tavolati calcarei, da rocciai e da pietraie sporgenti, intersecate da profonde valli incassate, in un paesaggio quanto mai aspro e selvaggio con limitate estensioni a boschi cedui. È un ambiente di montagna, con una altimetria media di circa 800 metri sul livello del mare, che si stende dalla modeste quote di 300 metri delle strette e brevi vallate scavate dall'acqua alla vetta del monte Santa Vittoria che segna 1212 metri sul livello del mare. Il Monte Santa Vittoria ha un rilievo molto accidentato, con notevoli dislivelli causati dagli scoscendimenti dei terreni schistosi e dalla formazione di altipiani calcarei sovrapposti, come il piccolo Taccu di Esterzili che è un lembo del più esteso Taccu di Sadali, e il vasto Taccu di Orboredu - Taccu 'e Linu che poggia sulle propaggini del Santa Vittoria e termina a strapiombo sulla vallata del corso del Flumendosa che lo separa dall'altopiano basaltico di Nurri-Orroli, mentre ad est declina nella valle del Flumineddu che lo stacca dal tavolato calcareo di Ulassai e di Perdasdefogu. Tutto il territorio è dominato dai venti di nord ovest, maestrale e tramontana, ha però qualche modesta conca riparata dal freddo con limitate possibilità di coltivazioni, specialmente nelle strisce terrazzate lungo i corsi d'acqua. La maggior parte della superficie comprese le poche estensioni forestali, è sfruttata solo a pascolo brado con greggi di capre e di pecore e con branchi di vacche di piccola taglia in condizioni di selvatichezza. Grazie alle bellezze naturali, alla singolarità del paesaggio, alla frescura estiva, alla ricchezza del patrimonio archeologico ed alla conservazione di alcuni elementi etnografici abbastanza interessanti, la presenza di numerosi murales, Esterzili è il luogo ideale per il turista che intende praticare escursioni nella natura.

STORIA

La tavola di bronzo di Esterzili
Nel marzo del 1866 il contadino esterzilese Luigi Puddu, soprannominato Pibinca, mentre arava il campo di S'è Munzu Franciscu, in località Cort'e Lucetta, ora appartenente agli eredi di Pietrino Serra, s'accorse ad un tratto che il vomere del suo aratro di legno aveva urtato contro qualcosa di duro. Incuriosito e preoccupato dell'ostacolo, allontanò i buoi aggiogati, si mise a scavare e riportò alla luce una lastra di bronzo scolpita, lunga cm 60, alta cm 45, spessa mm 5, del peso di circa 20 chilogrammi, costituita di metallo ben compatto e di buona qualità, sagomata in tutti i lati. L'ignaro scopritore di così importante documento epigrafico portò la tavola di bronzo in paese e la consegnò al parroco, canonico Giovanni Cardia, il quale lo volle compensare con un regalo di dieci lire (due scudi d'argento), allora costituenti una somma discreta. Giovanni Spano che si fece consegnare la lastra, la esaminò, la studiò e la pubblicò, cedendola al Museo Nazionale di Sassari, dove il pregevole oggetto si trova ancora.


LEGGI «Approfondimento tavola di Bronzo di Esterzili»

La figura e l'opera di Fra Antonio Maria da Esterzili
Le Sacre Rappresentazioni
Per trovare in Sardegna manifestazioni teatrali in lingua sarda bisogna tornare indietro nel corso dei secoli e risalire a quelle che furono le prime e sole produzioni di un teatro popolare locale e cioè alle Sacre Rappresentazioni. Erano queste, nell'ambiente chiuso econservativo della povera società sarda, dei rustici abbozzi teatrali, realizzati con mezzi di una primitiva elementarietà, con ingenue finzioni, valide tuttavia ad infiammare la fervida fantasia della gente che si commuoveva fino alle lacrime nelle rievocazione delle drammatiche vicende religiose, specialmente nelle sequenze forti e decise della passione e della morte di Gesù Cristo.
Il libro delle Commedie di Fra Antonio Maria di Esterzili. La raccolta ha il titolo in spagnolo Libro de Comedias escripto por Fray Antonio Maria de Estercili sacerdote capuchino en Sellury 9bre a 18 ano 1688. Si tratta di un codice cartaceo miscellaneo, segnato m193 formato 32mo, rilegato in pergamena e diviso in due parti.

ARCHEOLOGIA

Ad Esterzili si possono visitare numerosi siti archeologici, antiche chiese e ammirare i bei murales che abbelliscono e rendono caratteristico il paese. Il territorio è ricco di monumenti archeologici di eccezionale interesse, quali i menhirs, i dolmens, le domus de janas, tombe dei giganti e alcuni templi a pozzo per il culto delle acque. Ma il gioiello dell'architettura di Esterzili è il tempio rettangolare a Megaron in antis di Domu 'e Urxìa, che secondo un'antica leggenda ricorda Urxìa, la maga crudele che custodisce una botte piena d'oro accanto ad un'altra dove si annidano is muscas macceddas ossia le mosche assassine. Recentemente nel tempio di Domu 'e Urxìa sono stati rinvenuti interessantissimi bronzetti nuragici. Nella zona di Cort'e Lucetta fu rinvenuta una tavola di bronzo di notevole importanza storica.

FESTE

16 gennaio - Sant’Antonio Abate (de su fogu)
prima decade di agosto - Santa Vittoria
Sagra de “Su Frigadori e de is Cocoeddas” - seconda decade di agosto
24 giugno - Corpus Domini San Giovanni Battista
13 giugno - Sant'Antonio da Padova
prima decade di agosto - Santa Vittoria
terza decade di agosto - San Sebastiano
14 agosto festa dell'Emigrato
16 agosto torneo de sa Murra
29 settembre - San Michele patrono

SCUOLE

Scuola materna (dell'infanzia)
Scuola elementare (primaria)
Scuola media (secondaria di I grado) - Sezione Associata 

Dati e foto
Wikipedia, l'enciclopedia libera; sito web istituzionale del comune; matrice socio-economiche Agenzia LAORE
FOTO ©®2012 GAL Sarcidano Barbagia di Seulo, Monni&Pirisi, tutti i diritti riservati.


 

L'agricoltura Sociale

Sportello informatico della rete delle Fattorie Sociali www.fattoriesociali.com È una rete di agricoltori, operatori sociali e culturali, ricercatori, dirigenti di cooperative e di associazioni, animatori di sviluppo locale. L'obiettivo è ... leggi tutto

Le Energie Rinnovabili

LE FONTI RINNOVABILI Riportiamo qui di seguito alcuni approfondimenti curati dal Dott. Ing. Pierluigi Pireddu. Nei file pdf allegati vengono trattati i seguenti temi: Le politiche energetiche Aspetti generali Il ... leggi tutto

Linee guida per la tutela della Biodiversità

Sono state pubblicate le "Linee guida per la conservazione e la caratterizzazione della biodiversità vegetale, animale e microbica di interesse per l'agricoltura". Il lavoro, realizzato con ... leggi tutto

Riforma PAC 2014 - 2020

RIFORMA PAC 2014 - 2020 Più ricca la dote finanziaria per i nuovi Psr Accordo sulla ripartizione regionale dei fondi: 20,85 miliardi, di cui la metà arriva da Bruxelles - Debuttano anche ... leggi tutto

Panificazione Rurale

Amate il pane Amate il panecuore della casaprofumo della mensagioia dei focolari. Rispettate il panesudore della fronteorgoglio del lavoropoema del sacrificio. Onorate il panegloria dei campifragranza della terrafesta della vita. Non sciupate il panericchezza ... leggi tutto

Parte il tour informativo Terre d'acqua e di pietra

Al via gli eventi itineranti di Terre d’acqua e pietra, il progetto di informazione e animazione territoriale ideato per diffondere le iniziative del GAL Sarcidano Barbagia di Seulo e per ... leggi tutto

Trail Running Sarcidano 2017

La manifestazione turistico sportiva denominata “TRAIL RUNNING SARCIDANO 2017” che si svolgerà tra Isili, Nurallao e Laconi il giorno 14 maggio 2017 è organizzata dalla Polisportiva di Isili, con la ... leggi tutto

VERDE IMPRESA 3.0

Laore Focus Progetto Verde Impresa 3.0Orroli, 16 giugno 2017 Sala Biblioteca Comunale, Vico I Cesare Battisti, 2 Scarica Locandina [file.pdf] ... leggi tutto

http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/253824fattorie_sociali_piccolo.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/870953fonti_rinnovabili.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/677570TestataRrnNew.png http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/943961riformaPAC.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/374863AMATE_IL_PANE.jpg http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/559829terre_dacqua_pietra_small.png http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/292263TrailRunningPiccola.png http://www.galsarcidanobarbagiadiseulo.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/161660piccola_Laore_Orroli.png