Seui

Seui (così anche in sardo) è un comune italiano di 1 301 abitanti della provincia del Sud Sardegna, nella subregione storica della Barbagia di Seulo, che si trova a 820 metri sul livello del mare.
Il suo territorio è stato abitato fin dal III millennio a.C., intorno alla metà del XVII secolo nel centro storico del paese fu costruito un carcere spagnolo per l'amministrazione della giustizia in tutta la Barbagia di Seulo che venne utilizzato fino al 1975.
Nei pressi del centro abitato è situato un importante complesso minerario sorto nel 1850 e successivamente chiuso nel 1960, dedito allo sfruttamento di un importante giacimento di antracite. Fino al 2005 faceva parte della provincia di Nuoro, in seguito all'istituzione della Provincia dell'Ogliastra Seui venne annessa a quest'ultima. Nel 2016 a seguito della riforma delle Province sarde il paese è stato aggregato alla nuova Provincia del Sud Sardegna.

Luoghi di interesse

Di particolare interesse è il percorso storico, documentale ed etnografico che si snoda all'interno del paese (sistema museale seuese).

Nella palazzina liberty, risalente al 1905 e sede in passato di una società mineraria, sono esposti reperti archeologici, ed oggetti della tradizione notarile, civica, antropologica e mineraria (relativi alla miniera carbonifera di San Sebastiano distante circa 3 km a nord ovest dell'abitato) di Seui.

Nella casa Farci, inaugurata nel 2003, sono presenti le selezioni relative all'omonimo scrittore e saggista del XX secolo, nonchÈ quelle relative agli abiti della tradizione locale, al commercio e all'agricoltura, alla produzione del vino ed alla pastorizia, alle arti e ai mestieri, all'emigrazione: sono oggetti che testimoniano gli usi ed i costumi delle tradizioni popolari, nonché un legame intimo e profondo con un passato ricco di storia e di cultura.

Nell'ex carcere spagnolo si offre uno spaccato delle condizioni di vita carceraria del passato: è possibile visitare le stanze delle torture, gli ambienti comuni e di servizio, l'ampia cella maschile e quella femminile, le piccole celle di rigore.
Nella sede storica del municipio (1850) è stata allestita la pinacoteca, dove è possibile ammirare tele seicentesche ed opere di pittura e scultura moderna e contemporanea. Nell'Antiquarium Ecclesiastico, allestito nel salone parrocchiale è ricco di pregevoli oggetti, statue lignee, arredi sacri, testi e documenti.

La foresta di Montarbu si estende su una superficie di circa 2700 ha tra i 550 mt. s.l.m. in località Rio Flumendosa e i 1324 mt. s.l.m. in località Monte Margiani Pubusa. Il 70% circa della sua superficie è stata inclusa nella proposta di Parco Naturale del Gennargentu in quanto area di interesse ambientale internazionale per complessità geologica, geomorfologica, vegetazionale-faunistica.

Il comune di Seui è attraversato dalla ferrovia Mandas-Arbatax a scartamento ridotto, dal 1997 in uso esclusivamente per fini turistici legati al progetto Trenino Verde dell'ARST. Nel territorio comunale sono presenti la stazione di Seui e la fermata di Anulù, attive principalmente nel periodo estivo.

Feste

  • 6 e 19 gennaio Is Fogoronis sant'Antonio Abate e di san Sebastiano. In onore di questi santi si fanno is fogoronis (falò). In ogni vicinato al calar della sera, le famiglie si riuniscono intorno ai fuochi. Si consumano cibi caratteristici: castangia a orrostupatata a buddiuciggiri e fa cun lardu, coccoeddasa. I più giovani "visitano" tutti i falò e li saltano per propiziarsi salute e fortuna.
  • Il VenerdÌ Santo si celebra la cerimonia di Su Scravamentu e la Domenica della Pasqua S'Incontru 31 maggio e 1 Giugno 2014 si festeggia san Cristoforo
  • 28 e 29 giugno si festeggia san Giovanni Battista, Su Cardamponi
  • 5 e 6 luglio santa Lucia
  • 18-19-20 luglio: festa della Madonna del Carmelo (Su Cramu). La festa si svolge nella terza settimana di luglio nel monte Arcuerì. Si tratta della manifestazione più sentita dai seuesi che si svegliano all'alba, per seguire la partenza della statua sul vecchio cocchio trainato dai buoi. Per sciogliere appieno il voto alla Madonna del Carmelo bisogna andare a piedi da Seui ad Arcuerì: tre chilometri di discesa fino a "su ponti mannu" e poi la salita faticosa per cinque chilometri, fino alla chiesetta campestre. I Festeggiamenti vengono curati dalla Associazione Madonna del Monte Carmelo, dal Parroco di Seui con il patrocinio del Comune di Seui. 2-3 Agosto: S.Sebastiano
  • 14 e 15 agosto: Ferragosto seuese
  • 15 settembre: santa Barbara
  • 31 ottobre - 1/2 NovembreSu Prugadoriu, in occasione della commemorazione dei defunti, alla suggestione di un ambiente pressoché intatto, fanno da contorno una serie di iniziative che rievocano le peculiarità di questa ricorrenza legata al culto delle anime.
    La festa richiama infatti alla memoria l'usanza dei bambini di andare per le case chiedendo un'offerta per le anime del Purgatorio, al fine di alleviare le loro pene. L'antica tradizione si ripropone attraverso la rappresentazione delle espressioni proprie della cultura seuese e legate al mondo agro-pastorale.